Chiesa  Ortodossa  d' Italia ORGANIZZAZIONE REGOLE DA OSSERVARE RIFLESSIONI DEL PRIMATE SPIGOLATURE SUI SALMI
Chiesa  Ortodossa  d' Italia
ORGANIZZAZIONE
REGOLE DA OSSERVARE
RIFLESSIONI DEL PRIMATE
SPIGOLATURE SUI SALMI
CAVALIERATO
ACCADEMIA SAN CIRILLO
SAN GIOVANNI MARIA SCOLARICI E PREGHIERE
FOTO
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 
    


San_Davide_AN

  Davide , Re e Profeta












    INTRODUZIONE


Costituiscono un Libro della Sacra Scrittura.Si dice che siano stati composti da Davide,in realtà non tutti,ma il Salmo 50 sicuramente è di provenienza davidica.Le presenti spigolature su di essi non voglio essere un Trattato,ma semplicemente viene proposta al lettore qualche considerazione su qualche parte.Bisogna pure considerare il concetto di giustizia nel Vecchio Testamento,che non è assolutamente vendetta,altrimenti qualcuno potrebbe rimanere sorprese quando si dice: ''Laverò i piedi nel sangue dei miei nemici'',tanto per portare un esempio.I Salmi poi costituiscono poi buona parte dell'Ufficiatura Divina che Monaci e Sacerdoti quotidianamente cantano o recitano,essendo la Preghiera ufficiale Liturgica della Chiesa di Oriente ed Occidente.Si spera che queste spigolature possano essere un piccolo aiuto nel cammino spirituale del lettore.






SALMO I

Si tratta qui del giusto e dell'empio.Il primo che segue la via retta osserva la Legge del Signore,e come albero piantato lungo corsi d'acqua che darà frutto a suo tempo,mentre l'empio andrà in rovina.Possiamo fare una bellissima considerazione sull'uome che segue il Signore in ogni sua azione,che vive alla presenza di Dio e quindi ben radicato in lui.Quest'uomo è costante e perseverante nel compiere il bene perchè sa che il Signore veglia sul cammino dei giusti ed è quindi benedetto dall'Alto.E' in netta contrapposizione invece il malvagio,colui che sta lontano da Dio e quindi anche dal prossimo.Le sue azione non sono secondo i divini voleri e quindi non costruisce sulla roccia,bensi' sulla sabbia che i venti ben presto porteranno via.Il Cristiano deve dimostrare carattere,fermezza,ma quando non opera secondo la volontà di Dio tutto va in rovina ed è tutto perduto.Meditiamo allora sull'importanza che assume la via che ciascuno di noi vuole percorrere.




SALMO II


''Beato chi in Lui si rifugia'' è questo l'ultimo versotto del Salmo che ci suggerisce una fondamenta verità.Rifugiarsi in Dio è l'unica cosa buona che può e deve fare l'uomo.Confidare in Dio significa abbandonarsi completamente a Lui in senso non statico,ma dinamico,facendo la propria parte,quella che spetta all'uomo,Dio farà il resto.Molti Cristiani a volte pensano di farcela da soli,oppure si affidano a tanti ciarlatani,fattucchieri,maghi ed ingannatori,figli di Satana.E' veramente beato invece chi confida del tutto in Dio,chi sa che da solo non è capace di far nulla,è Dio che da la forza,il sostegno il coraggio,da soli siamo capaci di combinare solamente disastri,convinciamocene perchè il porto sicuro,l'ancora di salvezza è il nostro Dio.


 SALMO III

Il tema principale di questo Salmo è ancora la piena ed illimitata fiducia in Dio,nonostante la persecuzione dei nemici.Il mio simile,oggi amico,potrà diventare domani mio nemico,il Signore non lo è e non lo sarà mai.Egli,Re del creato,Conduttore della storia umana,onnipotente,onniscente sa sempre difenderci,proteggerci,aiutarci.Noi,esseri limitati,circoscritti,non possiamo mai immaginare la profondità e la larghezza,la magnanimità del nostro Dio,padre,amico,medico,benefattore,misericordioso,longanime,paziente.L'amore di Dio Padre,cosi grande,cosi illimitato,deve spingerci alla piena fiducia e quindi all'amore di si tanta magnanimità da poterlo riversare sui nostri fratelli.


SALMO IV

''Risplenda su di noi Signore la luce del tuo Volto''.Ecco noi tutti sempre,ma soprattutto oggi abbiamo estremo bisogno di essere inondati della luce divina.In un mondo cosi' colmo di tenebre è  necessaria la luce,altrimenti si va nel baratro totale.E' la luce della Parola del Signore che ci deve illuminare e sorreggere,guidare per gli impervi sentieri di questo mondo cosi' lontano da Dio,dalla Verità,ma soprattutto dall'Amore.Le guerre fratricide sono dense tenebre,mali che si accavallano su un'umanità stanca,depressa,provata.Soltanto abbagliato dalla luce del Signore posso dire:''in pace mi corico e subito mi addormento''perchè il rimorso di coscienza non fa stare tranquilli e la pace è assente nelle coscienze.


SALMO V

''Io per  la tua grande Misericordia entrerò nella tua Casa''.Nonostante le nostre infedeltà,i nostri peccati,il Signore accoglie sempre ed è pronte a perdonare le nostre malefatte.Riflettiamo sulla Misericordia Infinita del Signore perchè è Amore,e quindi Amore e Misericordia vanno assieme.Chi ama perdona ed è pronto ad accogliere.Impariamo da Gesù ,dai Santi che sono sempre stati misericordiosi per unire i cuori,gli spiriti;l'odio separa,rende sterili e vuoti gli spiriti.Amiamo l'Amore e saremo pieni di indulgenza perchè cosi' il nostro Padre Celeste perdonerà noi e terrà conto della nostra longanimità.


SALMO VI

Noi tutti peccatori,miseri,limitati,deboli ci rivolgiamo al Signore per implorare misericordia,pietà ed essere cosi protetti da Lui nonostante le nostre continue infedeltà.Dobbiamo avere un atteggiamento di fiducia e di abbandono nel Padre che ci attende sempre a braccia aperte.E' l'amore Suo,che è infinito,il quale deve far sbocciare in noi tanta fiducia sapendo di non meritare tanto da parte di Nostro Signore.I nostri nemici non avranno alcun potere su di noi perchè siamo custoditi da tanta singolare paternità che ascolta la voce del nostro pianto,la nostra supplica,la nostra preghiera.Nonostante le nostre continue infedeltà,il Signore è sempre con noi,dalla nostra parte,allora nessuna paura,niente timore,ma coraggio,non siamo e non saremo mai soli.


SALMO VII

Il tema di questo Salmo è la giustizia e sappiamo che Dio è giusto Giudice.San Giovanni Crisostomo nella Divina Liturgia ,composta dallo stesso,parla di tremendo Tribunale di Cristo,non perchè il Signore è Desposta,Dittatore,Tiranno,ma come  dice un altro passo della Sacra Scrittura ''La giustizia e la Pace si sono baciate'',poichè non ci può essere pace vera senza giustizia,quella vera,quella divina,che non può mai fallire.Allora non temiamo il giudizio divino,quello umano può non essere verace.Affrontiamo questo tema con serenità,anche se a volte potremmo essere ingannati,poichè dobbiamo camminare nell'ottica della fede.
Site Map