LETTERA APOSTOLICA ORGANIZZAZIONE MEDITAZIONI PRIMATE CONTATTI MESSAGGIO NATALIZIO
LETTERA APOSTOLICA
ORGANIZZAZIONE
MEDITAZIONI PRIMATE
CONTATTI
MESSAGGIO NATALIZIO
REGOLE DA OSSERVARE
INTERCOMUNIONI
SAN GIOVANNI MARIA SCOLARICI
ACCADEMIA SAN CIRILLO
 
 

Breve Storia della Chiesa Ortodossa d'Italia

 

La Chiesa Cristiana in Italia che professa la vera fede Ortodossa esiste fin dal tempo apostolico, ne abbiamo testimonianza dagli Atti degli Apostoli ( Atti 22, 16 – 30 ) e dalla Lettera ai Romani ( 1, 1 – 15 ) in cui l’Apostolo Paolo scrive ai cristiani di Roma e delle altre città italiane da lui evangelizzate.

Paolo ha ordinato i primi due Vescovi di Roma: Lino e Cleto ( o Anacleto ).

Pietro ordinò il terzo Vescovo di Roma: Clemente, forse per benigna concessione di Paolo che era il primo Vescovo di Roma e di Italia, essendosi Pietro affiancato all'Apostolo delle Genti durante il suo secondo viaggio in Italia.  Resta però il fatto concreto e vero che il fondatore della Chiesa di Roma è Paolo e non Pietro, come la falsa storia vorrebbe farci credere.

Ci sono stati dei Papi Eretici: Vittore, Zeferino, Callisto, Marcello, Liberio ecc...  che appoggiarono, difesero, predicarono e propagarono l' Eresia Montanista (dov'è l'infallibilità?), ed altre eresie....("Histoire de l'eglise" di Wladimir Guettèe - tomo 2 pag.10-15 e seguenti).

Papa Onorio I fu accusato di eresia monotelista dal concilio sesto ecumenico trullano.

Ma la maggior parte dell'Italia era nata Ortodossa, ed è rimasta Ortodossa anche dopo lo scisma d'Occidente del 1054 in cui la Chiesa di Roma si staccò dagli altri quattro patriarcati Ortodossi d'Oriente fino al 1595.

Nel 1595 il cardinale Antonio Giulio Santoro la soppresse con inganno e violenza sottomettendola alla Chiesa Romana e mettendovi a capo un ex vescovo ortodosso divenuto cattolico romano, un certo Germano Kouskonaris: ne rimangono vestigia nei cosiddetti Uniati di Grottaferrata, della Calabria e Sicilia, cioè cristiani di rito orientale ma ormai sotto la romanità (“Chiesa Romana e Rito Greco”, di Vittorio Peri, Ed. Paideia, Brescia, pag. 188 e seguenti).

 Per ben oltre 4 secoli l’Ortodossia rimase assente, o meglio impedita nelle sue funzioni.

Tra la fine del 1800 e l’ inizio del 1900, l’ Ortodossia ebbe di nuovo ospitalità in Italia con la presenza di giurisdizioni straniere come quelle di Russia e Costantinopoli, che inviarono in Italia alcuni sacerdoti per assistere i loro studenti e diplomatici. Ma erano realtà straniere e per stranieri, che moltiplicatesi nel corso del 1900, portarono grandi disagi, divisioni e problemi non indifferenti.  Non era però ancora la Chiesa Ortodossa d’ Italia che riprendeva l’esercizio delle sue funzioni, ma una miscellanea di sovrapposte e confuse giurisdizioni straniere.

Il Vescovo Antonio De Rosso, di beata memoria, insieme ad alcuni sacerdoti e laici la ricostituì giuridicamente e canonicamente l’8/11/1991 con atto notarile registrato il 21/11/1991 al n°2972 degli Atti Pubblici in Latina.  Il secondo Concilio Europeo della Metropolia Bulgara per l’Europa Centrale ed Occidentale con Atto prot. n°255 A del 23 dicembre 1993 ha accolto sotto la sua protezione ed in Comunione Sacramentale e di preghiere la Chiesa Ortodossa d’ Italia come Diocesi e il Vescovo Antonio come Vescovo di Ravenna e d’Italia.

Il 6 ottobre 1995 durante la sua sessione ordinaria, con Atto n°264, il Santo Sinodo del Patriarcato di Bulgaria, sotto la presidenza del patriarca Maxim, all’unanimità, ha posto definitivamente la Diocesi Autonoma di Ravenna ed Italia “sotto la protezione della Metropolia Bulgara per l’Europa Centrale ed Occidentale”.

Il 1° luglio 1997, con Decreto n°190, il Santo Sinodo del Patriarcato di Bulgaria, sotto la presidenza del patriarca Pimen, nella sua seduta plenaria ha concesso l’autonomia alla Chiesa Ortodossa          d’ Italia, che a quella data è presente su tutto il territorio nazionale con parrocchie e comunità.

In tale data il Vescovo Antonio De Rosso è stato elevato alla dignità di Metropolita col titolo di Metropolita di Ravenna e d’Italia della Chiesa Ortodossa in Italia. Egli è divenuto anche membro di diritto del Santo Sinodo del Patriarcato di Bulgaria.

La Chiesa Ortodossa in Italia con tale atto può reggersi nel suo interno con completa autonomia regolata da uno Statuto approvato dal Santo Sinodo stesso.  Pertanto essa può eleggere e consacrare i suoi vescovi.

 Il 10 gennaio 2009 è stata consacrata a L’Aquila a Cattedrale della Santa Croce, al termine di lunghi lavori di restauro che hanno interessato l’antico tempio, che è così diventato la nuova sede vescovile della Chiesa Ortodossa in Italia. Da tale data è stato conferito al Metropolita Antonio, con delibera del Santo Sinodo, anche il titolo di Arcivescovo di L’Aquila.

Il 20 febbraio 2009 il Metropolita Antonio si è addormentato nel Signore, dopo lunga malattia, occupandosi della Chiesa sino all’ultimo.

Il 16 marzo 2009 mons. Basilio Grillo Miceli è stato eletto nuovo Arcivescovo di Ravenna e di L’Aquila e Metropolita d’Italia.

La Chiesa Ortodossa Autocefala d’ Italia è e rimane in perfetta comunione di fede e sacramentale con tutto il pleroma delle Chiese Ortodosse che seguono Cristo con retta fede e sana volontà.                                  Inoltre è in piena Intercomunione con le seguenti Giurisdizioni:

1)    Chiesa Ortodossa Tradizionale di Cipro

2)    Arcidiocesi Ortodossa di S. Giulio e Classe

3)    Chiesa Greco - Ortodossa Tradizionale

4)    Chiesa Ortodossa Ucraina in America

5)    Chiesa Ortodossa Autocefala della Croazia

6)    Metropolia Autonoma Ortodossa V.C. di Bucarest e di tutta la Romania

7)    Chiesa Autonoma Ortodossa di Cernauzzi, Herzza, Bucovina

8)    Chiesa Ortodossa V. C. del Montenegro

 

Essa si propone i seguenti scopi:

 1) riunire nell’unica Chiesa Ortodossa in Italia tutte le varie Giurisdizioni straniere presenti in Italia, allo scopo di riportare ordine, e di evitare la frantumazione dell’Italia in tante Giurisdizioni una contro l’altra (anche se ci rendiamo conto che il “materiale umano” disponibile è scarso, se non inesistente, per via del vuoto spirituale e teologico che si riscontra);

 2) formare gli aspiranti al sacerdozio ed al monachesimo attraverso una seria formazione teologica, spirituale ed ecclesiale, attraverso la Accademia di Teologia Ortodossa S. Massimo Confessore;

 3) offrire un’ assistenza religiosa a tutti i cristiani ortodossi presenti sul nostro territorio nazionale, svolgendo attività di catechesi ed evangelizzazione;

 4) infine, ma non per ultimo, far conoscere la vera fede ortodossa, quella che è comunione con Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, che dona pace e serenità a tutti coloro che con retta intenzione cercano Dio.

 Il Monastero S. Antonio Abate in Bracciano è un centro di spiritualità ortodossa: migliaia sono le persone che vi si recano per un consiglio, una benedizione e per la direzione spirituale.

 È chiaro che in questo cammino vi sono degli ostacoli frapposti da varie parti.

Ci conforta però la certezza che la Chiesa è di Cristo e di nessun altro e che quindi, anche se attraverso avvenimenti misteriosi e molte volte per noi incomprensibili, Egli continua a guidarla attraverso il suo Santo Spirito.

Per questo andiamo avanti, sicuri che un giorno Egli trionferà.




ORGANIZZAZIONE CENTRALE DELLA CHIESA ORTODOSSA D’'ITALIA

SANTO SINODO

 Presidente: - Sua Beatitudine Basilio I, Arcivescovo del Lazio, Metropolita Primate d’Italia (unico e  legittimo Successore del Metropolita Antonio De Rosso, di venerata memoria )

    Membri: - Sua Eminenza Rev.ma l'Arcivesvovo Teofilatto,  Vescovo di Firenze e di tutta la Toscana,

                     Esarca dell’Ucraina.

Cancelliere:-Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo

 

CONSIGLIO ECCLESIALE METROPOLITANO

 

Presidente: - Sua Beatitudine Basilio I

Coadiutori:- Sua Eminenza Rev.ma l'Arcivesvovo Teofilatto


Consiglieri:- 

                    Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo

                     Ipodiacono: - Michele

                     Sig. Salvatore

                     Dott. Charbel

                     Dott. Giuliano

                     Ipodiacono Alessandro

                   N.D. Dama Delfina

                     Sig.ra Giovanna

                     Sig. Stefano

                     Prof. Avv. Mauro Rufini

                     Avv. Mario Danza

                     Avv. Carlo Giotti


                               SEMINARISTI 

                      1) Ipodiacono Alessandro
                      2) Ipodiacono Michele
                      3) Mauro
                      4) Raimondo 
                      5) Anselmo 
                      6) Cristian
                      

 

COMMISSIONE PER LA CANONIZZAZIONE DEI SANTI

Presidente: - Sua Beatitudine Basilio I

    Membri:- Sua Eminenza Rev.ma l'Arcivesvovo Teofilatto

                     Prof. Avv. Mauro Rufini

                     Avv. Mario Danza

                     Avv. Carlo Giotti

 

ISTITUTO PER I BENI ECCLESIASTICI – COMMISSIONE ECONOMICA

(Gestisce ed amministra i beni mobili ed immobili della Chiesa e delle sue Istituzioni)

Presidente: - Sua Beatitudine Basilio I

    Membri: -  Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo

                     Sig. Salvatore

 

TRIBUNALE ECCLESIASTICO METROPOLITANO

(Tratta le cause di cessato vincolo matrimoniale e le controversie Ecclesiastiche)

Presidente: -         Sua Beatitudine Basilio I

Vice Presidente :- Sua Eminenza Rev.ma l'Arcivesvovo Teofilatto

Membri:-              Prof. Avv. Mauro Rufini, Promotore di Giustizia

                             Avv. Mario Danza, Difensore del vincolo

                             Avv. Carlo Giotti, Uditore

Cancelliere:-         Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo

UFFICIO PER LE RELAZIONI ESTERNE E GLI AFFARI GIURIDICI

Dall’Ufficio dipendono le Commissioni per:

a)     La disciplina dei Rapporti con lo Stato Italiano

b)    I rapporti con Autorità ed Enti Statali e Locali

 

 

 

Consiglieri Responsabili:-  Prof. Avv. Mauro Rufini

                                            Avv. Mario Danza

                                            Avv. Carlo Giotti

UFFICIO STAMPA:-  mantiene i rapporti con la Stampa, pubblica i comunicati ufficiali. E’ responsabile del ciclostilato: “L’Eco della Chiesa Ortodossa d’Italia”. Stampa il Calendario della Chiesa Ortodossa d’Italia e il Calendario liturgico e cura il Sito Internet.

ARCHIVIO E BIBLIOTECA:- cura e conserva tutti documenti riguardanti la Chiesa in entrata ed in uscita. Cura la conservazione e l’ordine dei libri.

Archivista e Bibliotecario Sua Beatitudine Basilio I

CENTRO DI ORIENTAMENTO VOCAZIONALE:- cura e segue i giovani ed anche i meno giovani nella scelta della propria vocazione, sacerdotale, monastica, laica.

Presidente:-  Sua Beatitudine Basilio I

Collaboratori:-  Vescovi e Sacerdoti.

Segretario: Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo


OPERE DELLA CHIESA ORTODOSSA D’ITALIA

 

Accademia San Cirillo

Corsi di Laurea in Teologia Ortodossa, Spiritualità Ortodossa

Rettore Magnifico:-  Sua Beatitudine Basilio I

Preside Facoltà di Teologia:- Sua Eccellenza Rev.ma il Vescovo Teofilatto 

Segretario Amministrativo:-  Sacerdote P. Gabriele  Arcangelo

Diaconia ONLUS

Ente per l’assistenza, la protezione dell’uomo, della cultura e della natura. Opera presso ogni nostra Parrocchia, ne ha cura il Primate assieme a tutto il Clero.

Edizioni della Chiesa Ortodossa d’Italia

Stampa, pubblica e distribuisce libri liturgici, religiosi e culturali

Responsabili:-  Sua Beatitudine Basilio I

                         Sua Eminenza Rev.ma l'Arcivesvovo Teofilatto

 

 

 

SCUOLA DI ICONOGRAFIA

Corsi annuali di insegnamento teorico e pratico di Iconografia e scultura in legno

 

 

EREZIONE CANONICA DELLA DIACONIA APOSTOLICA

 

Prot. n° 177/367                                   DECRETO N° 73/235

 

N O I   B A S I L I O   I

per Grazia di Dio, per la benevolenza della Santa Chiesa e per volontà del Santo Sinodo,  Arcivescovo del Lazio, Metropolita Primate della Chiesa Ortodossa d’Italia, erigiamo canonicamente nei nostri Monasteri

LA DIACONIA APOSTOLICA

1)    Sono Uomini e Donne che, vivendo nel Monastero, non sono veri e propri Monaci, ma sono degli Affiliati.

2)    Non emettono Voti Monastici, ma è loro cura vivere una vita consacrata a Dio nello Spirito dell’Ortodossia.

3)    Si dedicheranno alla preghiera, seguendo l’orario della Comunità Monastica, nei modi e nei tempi possibili, qualora il lavoro richieda una presenza continuata, suppliranno alla preghiera comunitaria con quella individuale.

4)    Essi vivranno in Celle separate da quelle dei Monaci, ma saranno con loro in Chiesa, al refettorio ed a ricreazione.

5)    Non saranno presenti al Capitolo dei Monaci e non avranno voce attiva e passiva.

6)    Un Jeromonaco curerà la loro formazione spirituale ed intellettuale.

7)    L’Archimandrita del Monastero curerà il loro mantenimento e la loro salute, qualora però dovessero lasciare il Monastero per qualsiasi motivo, non pretenderanno alcun compenso, né dal Primate, né dai Vescovi, né dall’Archimandrita del Monastero.

8)    Tali Affiliati saranno validi collaboratori perché l’andamento generale del Monastero sia curato e tutto sia in ordine. Possono appartenere a questo Istituto sia italiani che stranieri

9)    L’Archimandrita affiderà a ciascuno il compito da svolgere, secondo le proprie doti e capacità.

a)     Ogni Candidato sarà provato per un anno, dopodiché indosserà una tonaca con cintura e copricapo.

b)    Il Primate o un Vescovo suo delegato officerà il Rituale di accettazione e di vestizione. Il Candidato farà una speciale e particolare consacrazione a Nostro Signore.

c)     Formula:-  Io…………alla presenza del Signore (poggiando la mano destra sul Vangelo) prometto Obbedienza a sua Beatitudine  Basilio I, Primate ed ai Suoi Successori legittimi, ugualmente all’Archimandrita ed ai Suoi legittimi Successori. La Vergine Santa, Madre di

 

 

Gesù Salvatore,  mi aiuti a mantenere tale promessa ed a condurre una vita cristiana esemplare.

Rendiamo noto a tutto il Clero ed a tutti i Fedeli Ortodossi quanto stabilito e rendiamo grazie, lode all’unico Dio nella Santissima, Vivificante, Consustanziale Trinità : Padre Figlio e Spirito Santo. Amin.

 

Dalla Nostra Cella Metropolitana Primaziale

Vigna di Valle (Roma)

                                                                                      +  Basilio I Metropolita Primate d’Italia

8 Settembre 2014

Natività di Maria Santissima

 

 

EREZIONE FRATERNITA’ ORTODOSSA ECUMENICA ITALIANA

 

Protocollo n° 178/368                             DECRETO N°74/236

 

N O I   B A S I L I O  I

per Grazia di Dio, per la benevolenza della Santa Chiesa e per volontà del Santo Sinodo,  Arcivescovo del Lazio, Metropolita Primate della Chiesa Ortodossa d’Italia, erigiamo canonicamente nella nostra Giurisdizione:

 

LA FRATERNITA’ ORTODOSSA ECUMENICA ITALIANA

1)    Essa comprende Laici, uomini e donne, anche sposati, sia di Fede Cattolica Ortodossa sia di Fede Cattolica Romana, simpatizzanti della nostra Chiesa.

2)    Tutti cercheranno di praticare le virtù cristiane, mediante la preghiera, la frequenza alla Divina Liturgia ed ai sacramenti della Penitenza e dell’Eucaristia (ognuno nella propria Confessione).

3)    Si prodigheranno con la preghiera e l’Apostolato nel favorire le vocazioni al Sacerdozio ed alla vita Monastica.

4)    Sarà loro cura aiutare lo sviluppo dei nostri Monasteri perché siano faro di Luce per tutti coloro che li frequenteranno.

 

 

5)    Potranno nel tempo, se lo vorranno, ricevere l’investitura di Cavalieri del nostro Ordine di San Michele Arcangelo (Età dai 18 ai 30) o di San Giorgio Megalomartire (Età dai 30 in su), parimenti le donne potranno essere nominate Dame del medesimo Ordine cavalleresco.

6)    Essi cureranno il decoro delle nostre Chiese e per quanto possibile praticheranno le Opere di misericordia spirituale e corporale.

7)    I Monaci e tutto il Clero avranno cura di pregare per tutta la Fraternità ed offriranno tre volte l’anno una officiatura funebre per i loro Defunti.

8)    Tutta la Fraternità avrà un responsabile Jeromonaco che si occuperà della loro direzione.

9)    Una volta l’anno, ma anche quando sarà necessario, si riuniranno tutti in uno dei nostri Monasteri per discutere i problemi della Fraternità, alla presenza del Primate o di un suo Vescovo Vicario.

10) Maria, madre di Gesù Salvatore, la cui Festa sarà celebrata ogni anno il 13 Marzo, sarà loro Celeste Patrona.

11) In tale suddetta data (13 Marzo), officiante il Primate od un Vescovo Vicario l’appartenente alla Fraternità farà una solenne promessa:- Io ………. alla presenza del Signore (poggiando la mano destra sul Vangelo), prometto obbedienza a sua Beatitudine il Primate Basilio I ed ai suoi legittimi Successori, ugualmente all’Archimandrita del Monastero …………. nonché  ai suoi legittimi Successori. La Vergine Santa Madre di Gesù Salvatore, mi aiuti a mantenere tale promessa ed a condurre una vita cristiana esemplare.

Rendiamo noto a tutto il Clero ed a tutti i Fedeli Ortodossi quanto stabilito, rendiamo grazie, lode all’Unico Dio nella Santissima, Vivificante, Consustanziale, Indivisa Trinità: Padre Figlio e Spirito Santo. Amin.

Dalla Nostra Cella Metropolitana Primaziale

 Vigna di Valle (Roma)

                                                                                         + Basilio I

                                                                               Metropolita Primate d’Italia

                                                     8 Settembre 2014

                                                        Natività di Maria Santissima

 

CENTRO DI SPIRITUALITA’ ORTODOSSA

Si organizzano dei Corsi – Incontri ogni trimestre per giovani dai 18 ai 30 anni per scoprire la propria vocazione Cristiana ed eventualmente Monastica e Sacerdotale. Tutto si svolgerà in tre giorni nei quali alla preghiera liturgica si alterneranno meditazioni conferenze, dibattiti ed incontri personali. Ogni trimestre si organizzano incontri ecumenici a livello interconfessionale, composti da Chierici e da Laici. Tutto si svolgerà nella preghiera e nel dialogo. Successivamente si organizzeranno incontri fra Religioni diverse per conoscere meglio i Fratelli che diversamente dal Cristianesimo adorano Dio per studiare quanto si può operare in comune.

 

Dalla Nostra Cella Primaziale Metropolitana Vigna di Valle (RM)

                                                                  Basilio I Metropolita Primate d’Italia

                                         08/09/2014

                                      Natività di Maria Santissima

                     Cav. Carlo Stefano



Nuovo_documento_1

ESARCATO DEL BRASILE


Comunità Ortodossa Madre di Dio Curitiba - Brasile 


Esarca: Mons. GESSE' ( Edson Carlos Conçalves ) 


ESARCATO DELL'AUSTRALIA 


Esarca: Raffaele Rossi




Site Map