slider71 

         Sua Beatitudine Basilio I  
                 Primate d'Italia







MESSAGGIO PASQUALE


AL VENERATISSIMO CLERO ED A TUTTO IL POPOLO SANTO DI DIO
SALUTE ED APOSTOLICA BENEDIZIONE

 

 

Cristo è risorto, è veramente risorto. E noi suo popolo e gregge che egli pasce, siamo veramente risorti? Tante volte siamo risorti e poi altrettante volte siamo ricaduti nuovamente nel peccato, siamo stati figli indegni, abbiamo abusato della bontà di Dio nostro Padre e ci siamo fatti sedurre da falsi amici, dalla nostra concupiscenza, dal nostro egoismo e dalla nostra superbia pensando di poter agire da soli, dimenticandoci che senza Dio nulla possiamo fare. La nostra Pasqua quest'anno sia una vera, perseverante, costante nostra Resurrezione. Ricordiamoci di essere per grazia di Dio nella luce, questa luce tante volte diventa opaca e poi scompare del tutto e siamo avvolti dalle tenebre e dall'ombra di morte. Siamo fieri di essere nella luce, non allontaniamoci mai da essa! Purtroppo non soltanto i laici, ma anche tanti appartenenti al clero: vescovi sacerdoti, monaci, eccetera, non vanno incontro agli altri con la lampada accesa, ma spenta. Il clero è molto responsabile della salvezza e santificazione delle anime per propria missione, per propria vocazione e a volte vi sono scandali che fanno allontanare i fedeli dalla Chiesa. Preghiamo per la santificazione del clero, affinché sia portatore di Cristo agli altri, perché annunci la Buona Novella lasciandosi impregnare dall'amore di Dio. Risorgiamo tutti nel nome e con l'aiuto del Signore. Questo è l'augurio più sentito che portiamo a tutto il clero ed a tutto il popolo santo di Dio, accompagnandolo con la nostra Apostolica Benedizione. 





C H I A R I F I C A Z I O N E



Ancora una volta, purtroppo, dobbiamo risolutamente ribadire che la Chiesa Ortodossa d? Italia è soltanto ed unicamente in Intercomunione con quelle Giurisdizioni i cui Documenti sono nel sito della nostra Chiesa; altre realtà non hanno nulla a che fare con noi. Vi sono però alcuni personaggi che indebitamente si appropriano di cose che non appartengono per nulla a loro e che creano soltanto disorientamento per chi è ignaro o non conosce la confusione esistente in Italia, creata da alcuni soggetti. Ribadiamo che l? unico e legittimo Metropolita Primate della Chiesa Ortodossa d? Italia è Sua Beatitudine Basilio I. Il suo Predecessore, di venerata memoria, il Metropolita Primate Antonio De Rosso, ha avuto il grande merito di far risorgere, dopo quasi cinque secoli, la Chiesa Ortodossa in Italia. Non permettiamo che chiunque usurpi questo merito. Dichiariamo quindi che la Chiesa Ortodossa d? Italia è una sola, e riconosciuta come tale: quella guidata dal Suo Metropolita Primate Sua Beatitudine Basilio I. Si avverte quindi ulteriormente di non creare confusione e disordine con indebite appropriazioni. Il Signore Iddio illumini le menti di tutti!



Il Santo Sinodo ed il Consiglio Ecclesiale Metropolitano della Chiesa Ortodossa d? Italia



22 Agosto 2016



lettera_apostolica_251


lettera_apostolica_25_2











 

 


Site Map